domenica 2 marzo 2008

Isola della Cona


Sono appena ritornato dalla Riserva Naturale Foce dell'Isonzo. Devo ammettere che non sono rimasto del tutto soddisfatto e quindi dovrò ritornarci ;-). Ho fatto più di metà sentiero verso Punta Spigolo e tutto il sentiero ad anello, in totale penso che abbiamo percorso una decina di km.

La temperatura e la luce erano ottime e non c'era tanta gente in giro. Dentro gli osservatori si stava tranquillamente e si poteva stare per tutto il tempo che si voleva. Per quanto riguarda le fotografie, il mio 200mm non è abbastanza lungo per riprendere in modo decente la fauna volatile.

Per fortuna c'erano i cavalli camargue, molto miti e fotogenici. Grazie a loro ho scattato una delle fotografie più belle tra le migliaia che ho scattato in questi ultimi anni. Di solito, quando la sera si rivedono le foto della giornata, si prova un certo senso di insoddisfazione, perché una fotografia sullo schermo non può rendere come un'immagine dal vivo, ma questa famiglia di cavalli non mi ha lasciato indifferente quando l'ho rivista.

Non so perché, ma mi ricorda la copertina di un album...

2 commenti:

Gianfranco ha detto...

Ti ricorda l'album di Cicciolina che va a cavallo nuda?

Paolo Vercesi ha detto...

No, non un'immagine così raffinata...:P